Attenzione! Javascript non abilitato, per visionare questo sito è necessario abilitando, guida su come fare.
Efficienza energetica
lunedì 22 Giugno 2015 - 10:09

L'edizione 2015 della UNI 10200

In data 11 giugno 2015 è stata pubblicata da UNI una nuova edizione della UNI 10200, ciò in relazione al fatto che l’elevazione della UNI 10200:2013 a norma cogente, determinata dall’art. 9 del DLgs 102/2014, ha richiesto di intervenire sul testo alla luce di potenziali problemi interpretativi, in relazione all’applicazione della UNI EN 834 “Ripartitori dei costi di riscaldamento per la determinazione del consumo dei radiatori - Apparecchiature ad alimentazione elettrica”.
Per tale ragione al fine di eliminare ogni eventuale possibilità di contrasto con la norma europea sui ripartitori, la nuova edizione della norma, rispetto alla precedente versione (UNI 10200:2013), contiene esclusivamente le seguenti modifiche:

1. è stata cancellata la prima frase del terzo capoverso del punto 5.1.3: “I dispositivi utilizzati in caso di contabilizzazione indiretta, nella fattispecie i ripartitori, devono essere programmati in funzione delle caratteristiche e della potenza termica dei corpi scaldanti su cui vengono installati.” al fine di chiarire la possibilità di utilizzo di tutte le tipologie di ripartitori (sia quelli programmabili che quelli non programmabili);
 
2. è stata cancellata la frase di cui al secondo trattino del punto D.1 dell’appendice D: “la programmazione dei ripartitori, ai fini del progetto dell’impianto di contabilizzazione indiretta” al fine di consentire la scelta della metodologia per la determinazione della potenza termica dei corpi scaldanti in base a quanto definito dalla UNI EN 834.

Prosegue la regolare revisione della norma avviata a inizio anno per rivedere i diversi aspetti tecnici che richiedono delle migliorie e/o integrazioni del testo (come per esempio la ripartizione delle spese nelle case ad occupazione saltuaria o l’allineamento della simbologia della UNI 10200 alle UNI/TS 11300).

L’adeguamento, dunque, costringerà i condomini che hanno adeguato gli impianti di riscaldamento centralizzati alla versione UNI 10200 del 2013 a ingaggiare i professionisti del settore per verificare la rispondenza alla nuova norma, con un aggravio di spese tra i 1.000 e i 1.500 euro. 
Pur essendo già in vigore, l’adeguamento non è cogente, almeno fino al primo gennaio 2017.

Fonte: CTI (Comitato Termico Italiano)

News più ricercate

Detrazioni IVA
IVA agevolata al 4%, destinata alla prima casa e alle sue...
venerdì 23 Marzo 2018 - 17:00
Detrazioni IVA
IVA agevolata al 10% per lavori di restauro, risanamento...
venerdì 16 Marzo 2018 - 10:00
Detrazioni IRPEF
Detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi...
giovedì 05 Gennaio 2017 - 18:55




Segui le News pubblicate da Enti Istituzionali per essere aggiornato sulle Agevolazioni Fiscali
Consulta le news di enti istituzionali!
In questa sezione potrai consultare tutte le news relative al settore dell'edilizia, dell'arredamento e dell'immobiliare, pubblicate da Enti Istituzionali. Seleziona la categoria e scegli la news di tuo interesse. Per monitorare una news ti basterà tenere d'occhio la sua data di pubblicazione. Buona consultazione!