Attenzione! Javascript non abilitato, per visionare questo sito è necessario abilitando, guida su come fare.
Lavoro edile
giovedì 09 Luglio 2015 - 11:22

La semplificazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

A partire dal 1° luglio è operativa la nuova procedura semplificata di rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC). Alle imprese basterà un semplice click per ottenere, in tempo reale, una certificazione di regolarità contributiva (DURC).
Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e gli Istituti coinvolti - Inps, Inail e Casse Edili - hanno indirizzato i propri sforzi per un’importante informatizzazione delle procedure di rilascio del Documento il quale, peraltro, avrà una validità di 120 giorni e potrà essere utilizzato ad ogni fine di richiesto dalla legge.
Non sarà inoltre più necessario richiedere un nuovo DURC in funzione della finalità per la quale lo stesso deve essere utilizzato. Sarà inoltre possibile utilizzare un DURC ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti, scaricabile direttamente da internet.

Quali sono i vantaggi? Contribuire a rendere più semplice la vita delle imprese italiane, facendo loro risparmiare tempo e denaro. Fino a oggi un’impresa in regola sotto il profilo contributivo sapeva di dover attendere anche fino a un mese per ottenere un certificato che dimostrasse la regolarità della sua posizione attraverso una procedura complessa, spesso delegata ad intermediari. L’informatizzazione delle attuali procedure e la creazione di collegamenti tra le diverse banche dati coinvolte permetterà alle imprese di accedere direttamente all’archivio degli Istituti e delle Casse Edili per ottenere un DURC online pronto per essere stampato.
Nel caso in cui vi fossero delle carenze contributive, entro 72 ore verranno comunicate all’interessato le cause dell’irregolarità e saranno sufficienti pochissimi giorni per regolarizzare la propria posizione, ottenendo il relativo certificato.
I vantaggi non riguardano solo le aziende, la dematerializzazione del documento gioverà in termini di semplificazione ed efficienza anche alle Pubbliche Amministrazioni e ai soggetti coinvolti nel rilascio del DURC con forti risparmi sull'utilizzo delle risorse adibite a tale attività, ai tempi di gestione degli appalti e dei pagamenti, alla verifica della regolarità contributiva e ai tempi di gestione.
La nuova procedura di rilascio del DURC costituisce quindi un importante passo avanti verso la modernizzazione dei rapporti con i cittadini e le imprese, in linea con quelli che sono gli obiettivi del Governo per una riforma della pubblica amministrazione nel segno della efficienza e del risparmio.

Il servizio
Il servizio consente di verificare, con modalità esclusivamente telematiche, indicando solo il codice fiscale del soggetto da verificare, la regolarità contributiva nei confronti dell'INPS, dell'INAIL e, per le imprese tenute ad applicare i contratti del settore dell'edilizia, delle Casse edili (D. M. 30 gennaio 2015 - Semplificazione in materia di documento unico di regolarità contributiva). L’esito positivo della verifica di regolarità genera un documento denominato “Durc On Line” che ha validità di 120 giorni.

A chi è dedicato
Il DURC online è dedicato a:

a) amministrazioni aggiudicatrici,  stazioni appaltanti, ecc., nell’ambito dei contratti pubblici (art. 3, comma 1, lettera b), DPR 207/2010);
b) Organismi di attestazione SOA;
c) amministrazioni pubbliche concedenti, in materia di verifica dell’idoneità tecnico professionale delle imprese affidatarie, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi;
d) amministrazioni pubbliche procedenti, concessionari e gestori di pubblici servizi, che agiscono ai sensi del DPR 445/2000 per verificare le autocertificazioni presentate in relazione ai procedimenti di propria competenza;
e) impresa o lavoratore autonomo in relazione alla propria posizione contributiva o, previa delega dell'impresa o del lavoratore autonomo medesimo, chiunque vi abbia interesse;
f) banche o intermediari finanziari, previa delega da parte del soggetto titolare del credito, in relazione alle cessioni dei crediti certificati;
g) consulenti del lavoro e altri soggetti abilitati per legge allo svolgimento degli adempimenti di carattere lavorativo e previdenziale.

Come accedere
I soggetti indicati nelle lettera a), b), c) e d) accedono al servizio “Durc On Line” anche attraverso il sito dell’INPS con le stesse credenziali/abilitazioni già rilasciate per l’applicativo www.sportellounicoprevidenziale.it operante sul sistema dell’INAIL. Le imprese (i loro rappresentanti legali/titolari) e i lavoratori autonomi accedono al servizio anche dal sito dell’INPS con il PIN, sia ordinario che dispositivo.
I soggetti delegati da imprese o lavoratori autonomi (lettera e)) e le banche o gli intermediari finanziari delegati (lettera f), accedono al servizio anche dal sito INPS con il proprio PIN. I consulenti del lavoro e gli altri soggetti abilitati allo svolgimento degli adempimenti di carattere lavorativo e previdenziale accedono al servizio anche dal sito dell’INPS con il proprio PIN.

Per accedere al servizio, vai su siti web di INPS e INAIL. Per avvalersi della procedura l’utente deve essere in possesso di utenza e password/PIN, il servizio è infatti riservato agli utenti registrati. Consulta e scarica anche la Circolare Inail n. 61 del 25 giugno 2015 e la Circolare Inps n. 126 del 26 giugno 2015.


Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - INPS - INAIL

News più ricercate

Detrazioni IVA
IVA agevolata al 4%, destinata alla prima casa e alle sue...
venerdì 23 Marzo 2018 - 17:00
Detrazioni IVA
IVA agevolata al 10% per lavori di restauro, risanamento...
venerdì 16 Marzo 2018 - 10:00
Detrazioni IRPEF
Detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi...
giovedì 05 Gennaio 2017 - 18:55




Resta sempre aggiornato sulle News di Enti Istituzionali per usufruire delle Agevolazioni Fiscali
Consulta le news di enti istituzionali!
In questa sezione potrai consultare tutte le news relative al settore dell'edilizia, dell'arredamento e dell'immobiliare, pubblicate da Enti Istituzionali. Seleziona la categoria e scegli la news di tuo interesse. Per monitorare una news ti basterà tenere d'occhio la sua data di pubblicazione. Buona consultazione!